02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

I Viaggi Di Repubblica

Calici in alto - Toscana: quel Nobile di Montepulciano ... Se il prezzo vale ancora qualcosa allora eccovi di fronte a uno dei migliori vini di Toscana (e dunque del mondo). Parliamo del Nobile di Montepulciano, parente strettissimo dei grandi rossi di questa terra benedetta e che nasce, come si conviene, dal vitigno più rappresentativo del centro Italia: il Sangiovese. Qui (come nella vicina Montalcino era dello Brunello) si “nomina” come Prugnolo Gentile e nel recupero della tradizione si accosta talvolta a Ciliegiolo, talaltra a Canaiolo. Ma spesso i migliori Nobile nascono da Sangiovese in purezza. Si diceva il prezzo. Ed in effetti tra le maggiori denominazioni di Toscana il Nobile (sia pure con incrementi sensibili negli ultimi due anni) mantiene i cartellini freddi. Ed è un’ottima cosa per noi cultori di Bacco. Un vino profondo, con spiccato sentore di mora e di viola mammola, tannico ma tuttavia non astringente perché il lavoro di affinamento in legno (almeno due anni e molti ormai si sono dati alla barrique anche se di secondo passaggio per non “impioppire” troppo queste bottiglie) dà sufficiente rotondità. Alcune bottiglie hanno souplesse da vendere, altre sono più rudi nel rispetto della tradizione. Il Redi celebrò questo vino come appunto “Il Nobile di Toscana” e il nome è rimasto. Oggi è tornata prepotente anche la qualità. Vino da tutto pasto si esalta con arrosti e carni rosse, ma sposa bene anche salumi e formaggi di pecora. E parla di un terroir splendido. Percorrete la strada della Foce, ne rimarrete incantati!

Le migliori aziende: Valdipiatta, Poliziano, Avignonesi, La Calonica ...

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su

Altri articoli