02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

il Giornale

Tra le colline del prosecco alla locanda Sandi … In Valdobbiadene, in un anfiteatro naturale, la viticoltura è un’arte antica di almeno tre secoli, che ha disegnato il paesaggio ricamando un mare verde di vigneti, ora patrimonio Unesco. I filari si rincorrono su colline dove la passione e la tenacia hanno reso possibile la coltivazione “eroica” anche nelle zone più impervie. Questo è l’incantevole scenario in cui si trova Locanda Sandi, nata a completamento del programma di valorizzazione e promozione del territorio in cui Villa Sandi è impegnata ormai da oltre 30 anni. L’azienda vitivinicola Villa Sandi, con sede a Crocetta del Montello (TV), in una seicentesca villa di scuola palladiana, ha scelto da tempo di aprire le porte della cantina ai visitatori per tour guidati in cui vengono accompagnati alla scoperta del mondo del vino. Per gli appassionati di arte, storia, territorio e vini, Villa Sandi e le sue secolari cantine sotterranee sono una tappa imperdibile, in grado di regalare emozioni ed appagare interessi e curiosità. La Locanda Sandi offre ai visitatori la possibilità di continuare la scoperta del territorio anche attraverso i piatti della tradizione del luogo, oltre ad essere un’oasi di serenità, un “altrove” nel verde dei vigneti di Villa Sandi, certificati “Biodiversity Friend”. L’atmosfera è quella delle locande di un tempo. Dal recupero di una preesistente casa colonica, nel rispetto della struttura e del carattere originari, la Locanda Sandi accoglie gli ospiti in 6 camere, con arredi e colori diversi, nello stile della campagna veneta di inizio Novecento. La cucina è quella della tradizione locale, con qualche incursione in cucine di altri territori e qualche ricetta innovativa.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Pubblicato su

Altri articoli