02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Giornale / Style

Da grande farò il contadino ... Hanno più o meno una trentina d’anni. Hanno abbandonato percorsi lavorativi da manager in giacca e cravatta per lanciarsi anima e corpo nei nuovi business “verdi”, ritornando alla campagna e magari rispolverando le origini dell’azienda di famiglia. Ecco tre storie esemplari... Oggi i nuovi giovani agricoltori lo sono per scelta e non per forza. Ci si dedica alla terra, ci si adatta ai suoi ritmi ed esigenze, ma in completa autonomia... ...C’è però anche il caso che, negli anni, la piccola tenuta diventi un colosso dell’agricoltura e operi in tutto il mondo. Lo sa bene Francesco Zonin, il trentenne vice presidente della Casa Vinicola Zonin, nata in provincia di Vicenza e ora presente in tutt’Italia e nel mondo intero: “Io e i miei fratelli - dice Zonin - stiamo allargando l’azienda all’estero. Già negli anni Settanta la mia famiglia aveva comprato dei terreni in Virginia, negli Stati Uniti. Noi vogliamo aprirci in altri continenti, quali il Giappone, l’Asia, il Brasile, e, ovviamente, continuare a incrementare tutto il mercato europeo”. Quasi un’operazione culturale, oltre che economica? “Il vino è anzitutto un piacere, una passione di famiglia da generazioni, che vogliamo trasmettere e che vogliamo arrivi al maggior numero di persone possibili. La garanzia è che mettiamo proprio la nostra faccia, ovvero: il vino porta il nostro nome, Zonin” (www.casavinicolazonin.it).

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli