02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
MERCATO ENOICO USA

Il mercato enoico Usa cresce senza sosta, toccando i 71 miliardi di dollari negli ultimi 12 mesi

La vendita diretta tocca i 3 miliardi di dollari, +22% sul 2017, mentre l'off-premise è a 650 milioni di dollari in ottobre 2018
12 MESI, MERCATO, OTTOBRE, USA, Mondo
Il mercato enoico in Usa vola senza sosta

Se il mondo del vino si sta piano piano aprendo ai più, togliendosi di dosso il cartello di solo accesso agli “addetti ai lavori”, è anche vero che i tanti (e sempre di più) wine lovers nel mondo stanno affinando i propri palati. Un trend riassumibile in “si beve meno vino, ma migliore”. Che non significa affatto che il mercato enoico si sta impoverendo, anzi: i nuovi dati della società di analisi del business del wine & spirits BW166, aggiornati ad ottobre 2018, rivelano come negli Stati Uniti le vendite di vino abbiano raggiunto i 71 miliardi di dollari negli ultimi 12 mesi, 4,3 miliardi solo nel mese di ottobre, in crescita del 5% sullo stesso periodo dell’anno scorso. Del totale, ben 48 miliardi arrivano dalle vendite di vino prodotto dentro i confini nazionali.
A registrare un balzo in avanti notevole, è la vendita diretta, +22% da ottobre 2017 a ottobre 2018, che vale 3 miliardi di dollari: ed è qui che si evidenzia l’attenzione per una maggiore qualità. Nel rapporto sulla spedizione del vino diretto al consumatore 2018 di Wines Vines Analytics/ShipCompliant la crescita della vendita diretta è accompagnata da un dato particolare: i vini rossi con prezzi a bottiglia dai 100 dollari in su sono i più venduti, con un giro di affari in 12 mesi (terminati ad ottobre di quest’anno) di 178 milioni di dollari, mentre per molto tempo a guidare il settore della vendita diretta erano le bottiglie da 20 dollari o meno. Ciò che non è cambiato, dai dati, è il primato del Cabernet Sauvignon tra le varietà di produzioni domestiche, ancora dominante con 860 milioni di dollari nel 2018 di vendita diretta.
Seguito, con un certo distacco, dal Pinot Noir a quota 494 milioni di dollari, e poi vari blend di rossi a 473 milioni di dollari.
Il settore dell’off-premise non è certo rimasto a guardare: nonostante dai numeri dell’Iri si evidenzia una piccola diminuzione delle vendite in volumi a ottobre 2018, i ricavi toccano i 650 milioni di dollari, in crescita dell’1% sulle stesse quattro settimane del 2017. Anche qui, come nella vendita diretta, a guidare il mercato c’è il Cabernet Sauvignon, con 1,8 miliardi di dollari di vendite in 52 settimane (terminate il 7 ottobre 2018), pari al 20% di tutto il vino venduto al dettaglio nel periodo di riferimento. Come nella vendita diretta, al Cabernet Sauvignon segue il Pinot Nero, a 765 milioni di dollari, e varie miscele rosse, a 741 milioni di dollari.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli