02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Messaggero

Sondaggio WineNews & Franciacorta: gli auguri made in Italy ... Non c'è niente da fare: anche (anzi, soprattutto) in chiusura d'anno, il tormentone ricorrente è ancora e sempre quello dei prezzi. Basti vedere anche il recentissimo sondaggio promosso dal sito specializzato WineNews (www.winenews.it) dove, susseguentemente ad una serie di domande mirate a conoscere quanto si è disposti a spendere per una bottiglia importante, oppure a che cosa si sarebbe pronti a rinunciare per averla, il 49% dei partecipanti ha risposto senza indugi: davanti a pretese economiche immotivate lascerebbe tranquillamente quel vino sullo scaffale, movendo alla ricerca di qualche "chicca" dal rapporto qualità-prezzo decisamente più abbordabile. Discorso che non farebbe una piega, se non vivesse però un'insita contraddizione: più della metà degli intervenuti hanno anche sostenuto, infatti, che per una serata tra amici appassionati della materia enoica, il budget individuale da mettere in preventivo spazierebbe tra i 15 e i 30 euro, che proprio cifra così minima non è. Fosse vero che anche in tal caso, quindi, ognuno ha alla fine quel che si merita?
I consuntivi economici di fine anno, comunque, non debbono distogliere dal bere bene, in prossimità di un 2003 che si preannuncia inquieto.
Tutti vorrebbero partire col piede giusto, alla mezzanotte di martedì prossimo. E allora, senza gratuiti sciovinismi (e di certo senza svenarsi), sarà opportuno aprire un grande spumante italiano: uno di quelli che, tirando le somme tra costo e qualità, risulta veramente essere un capolavoro dell'enologia mondiale. Oltretutto proveniente da un'azienda che qualunque cosa metta in commercio rivela sempre prezzi onestissimi. Brindiamo insomma con il Franciacorta Brut '98 di Villa (13-14 euro), cantina mirabile per serietà e costanza. Sboccato nel febbraio di quest'anno, il prodotto ha colore paglierino intenso e perlage fine e persistente. Al naso esplodono riconoscimenti grassi e maturi di mela, frutta secca, crosta di pane, burro, violetta, susina, agrumi, pera e banana. In bocca è di gran classe, anche morbido e cremoso, con ritorni retrolfattivi fruttati ampi e persistenti. Con l'augurio di un anno sereno. A tutti.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli