02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Mondo

A Brolio per fondare il club del super Chianti Classico ... L’anfitrione: Francesco Ricasoli del Castello di Briolio. Gli ospiti: Lorenza Sebasti e Marco Pallanti del Castello di Ama. Filippo e Francesco Mazzei di Fonterutoli. Giampaolo Motta della Fattoria La Massa, Duccio Corsini della Fattoria Le Corti, Alessandro Sederci del Palazzino. La data: venerdì 21 marzo. L’occasione: la nascita di un club molto speciale, quello del super Chianti classico. E’ così che il primo giorno di primavera, tra un assaggio e l’altro dell’annata 2000, se dei più affermati produttori chiantigiani hanno giurato fedeltà assoluta al loro territorio, puntando interamente sul Chianti Classico, come vino più rappresentativo della propria produzione. Una promessa che poggia sui fatti: i sei protagonisti dell’incontro di Brolio producono infatti un Chianti che si colloca come qualità (e spesso come prezzo) nella fascia in cui normalmente si posizionano i cosiddetti Super Tuscan, noti in tutto il mondo. E hanno addirittura deciso di non utilizzare la qualifica Riserva (una categoria di prodotto), che di solito racchiude la parte più importante della produzione aziendale, non richiamando però nell’etichetta il territorio. “L’intento comune è dare un nuovo contributo alla valorizzazione del Chianti Classico come grande vino di qualità”, dice Francesco Ricasoli, aprendo le porte dell’iniziativa a nuovi proseliti.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli