02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Mondo

Barrique in affitto ai vignaioli fai-da-te ... Niente vigna, niente cantina, ma tante bottiglie di vino con il proprio nome: qual’è il segreto? Come si fa a diventare produttori senza esserlo? Elementare: basta adottare una barrique. L’idea originale è della Tenuta Valdipiatta di Montepulciano, azienda toscana che produce un ottimo Nobile di Montepulciano e non solo. Funziona così. Chi vuole togliersi lo sfizio di bere il proprio vino, magari in occasioni particolari, come un matrimonio, una laurea, la nascita di un figlio o qualche altra speciale ricorrenza, non deve far altro che rivolgersi alla tenuta guidata dalla giovane Miriam Caporali. Che fa il miracolo: prende per mano il visitatore e lo trasforma in vignaiolo, enologo e cantiniere, facendolo partecipare in prima persona a tutto il processo produttivo del suo vino.
In pratica Valdipiatta mette a disposizione dell’interessato i vini (provenienti da uve di vari vitigni) che stanno per cominciare l’affinamento in legno e il produttore in pectore seleziona tra questi quelli che a suo giudizio dovranno comporre il blend per il suo vino, contando anche sull’aiuto dei tecnici dell’azienda. Successivamente vengono prelevati i campioni dalle barrique prescelte e, tenendo conto delle proporzioni decise, viene creato il quantitativo di vino che verrà lasciato ad affinare in una barrique personalizzata, per un periodo che può variare dai 12 ai 18 mesi. Solo a quel punto il vino sarà imbottigliato e vestito con etichette e packaging scelti dal cliente. Nessun dubbio sulla qualità e piacevolezza del risultato finale, vista l’esperienza e anche i riconoscimenti ottenuti da Valdipiatta.
Chi vuole togliersi il dubbio, provi il Nobile di Montepulciano prodotto dall’azienda, sia nella versione base, sia nella selezione Vigna d’Alfiero, grintosa e convincente: etichette più rappresentative di una cantina che lavora 34 ettari di vigneti (e, unica nella sua zona, si è messa anche a produrre un Pinot nero in purezza) e si avvale della collaborazione di Yves Glories, professore alla facoltà di enologia di Bordeaux, grande esperto del settore (www.valdipiatta.it).

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Pubblicato su

Altri articoli