02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Mondo

Dopo la vigna la cassa ... Le banche stringono i cordoni della borsa? E’ il problema di molte piccole e medie imprese. Che spesso non hanno le strutture per reagire. Ma la società di consulenza Synchronya (nata a metà 2008) ha appena messo appunto un nuovo servizio per il mercato italiano: il chief financial officer in out-sourcing, figura già diffusa nel mondo anglosassone. “Si tratta di un manager di elevate doti professionali, in grado di gestire tutte le funzioni dell’area finanza, pianificazione e controllo, che sarà poi utilizzato in multiproprietà”, spiega il direttore di Synchronya Emilio Giordano, che ha alle spalle una carriera di cfo in Aeroporti di Roma, fino al 2004, e prima ancora in Ansaldo trasporti e Breda costruzioni ferroviarie. Il nuovo servizio di consulenza di Synchronya si accosta a quelli già avviati dai quattro partner della società fin dall’inizio, in particolare nel settore vitivinicolo e degli investimenti ambientali, seguito dal presidente Edoardo Narduzzi, in quello delle infrastrutture, di cui si occupa ancora direttamente Giordano, mentre Carlo Dragani coordina l’area tributaria e amministrativa e Gerolamo Cardia la consulenza legale.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli