02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Mondo

Italian drinks ... Cibovino Reciojito, Ramazzotti e Bonollo: tre aperitivi da happy hour... Otto foglie di menta, 3 centilitri di succo fresco di lime, 3 ci di zucchero liquido, 3 ci di rum bianco e 3 ci di Recioto degli Angeli Masi, top soda, spolverata di zucchero di canna bianco, ghiaccio tritato:
ecco a voi il Reciojito, nuovo cocktail, piacevole e freschissimo, proposto dalla Masi agricola, ambasciatrice nel mondo dei vini della Vaipolicella, sua maestà l’Amarone in testa. In primo piano, in questo caso, è il Recioto, che lascia il tradizionale abito di vino dolce da dessert, per indossare quello più giovane e divertente di protagonista di un cocktail ghiacciato da gustare ai tramonto di una serata estiva e non solo. Con un vantaggio: il Reciojito è più light del cugino cubano Mojito: vale 230 calorie (contro 500) e non va oltre i 16 gradi. Novità anche a casa delle Distillerie Bonollo Umberto, storica dinastia padovana della grappa. E entrato a far parte della super gettonata Collezione Of il neonato Amaro Of Bonollo, infusione di erbe aromatiche e balsamiche con Grappa of Amarone barrique. Profumo delicato, fresche tonalità agrumate iniziali, seguite da note balsamiche, si gusta liscio o con ghiaccio. Ma può anche diventare complice di un cocktail estivo: ghiaccio, 3 once sour mix, un’oncia e un quarto di Amaro OF, una fetta d’arancia e menta. Infine, sul red carpet dell’happy hour c’è l’Aperitivo Ramazzotti, ultimo nato dello storico marchio italiano che fa capo al grande gruppo francese Pemod Ricard. Colore arancio ambrato, è realizzato con ingredienti naturali, senza coloranti artificiali: solo arance dolci di Calabria, assenzio romano, cannella, cardamomo e chiodi di garofano. Gusto accattivante dolce-amaro, il nuovo aperitivo super green è stato creato nello stabilimento di Canelli (Asti), alimentato con energia elettrica da fonti rinnovabili.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli