02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Mondo

Cibovino ... Rossi invernali ... Giro d’Italia alla scoperta delle etichette per i mesi più freddi ... Inverno, voglia di vini rossi gagliardi, caldi, pieni. Ideali compagni dei piatti ricchi e saporiti dei mesi più freddi dell’anno e complici di serate in chiacchiera con amici. Tante le etichette eccellenti in tutta Italia. Ecco un’idea fuori da Piemonte e Toscana, le due regioni regine dei rossi. Si parte ai Umbria con il Rubesco di Lungarotti, generoso e versatile negli abbinamenti. E appena uscito il 2010 e canta nel bicchiere: frutto di tre anni di cantina esprime l’equilibrio di un’annata ottima che ha permesso a un vitigno difficile come il Sangiovese (presente per l’80% nel Rubesco, con Colorino e Canaiolo) di ritrovare le sue caratteristiche più convincenti. Complici le innovazioni in vigna realizzate dalle sorelle Severini-Lungarotti, con reimpianti di nuovi doni che si fanno sentire. Il Core è invece l’ultimo nato della cantina campana Montevetrano di Silvia Imparato: è un Aglianico al 100% che invecchia per 10 mesi in barrique nuove, prima di affinare per sei mesi in bottiglia e arrivare a tavola con la sfrontatezza e la sensualità di un giovanissimo che sa di avere i numeri e ha una voglia matta di arrivare ai vertici raggiunti dal fratello maggiore Montevetrano. Ha già toccato le stelle e se la gode l’Amarone della Valpolicella di Zenato, il vino italiano preferito da George Clooney. Che a quanto pare se ne intende: equilibrato, sontuoso ma non stucchevole, è un Amarone che si distingue, fiore all’occhiello della cantina veneta della famiglia Zenato. In Abruzzo una chicca da non perdere: è il neonato Montepulciano d’Abruzzo La botte di Gianni firmata Masciarelli. In tutto 869 bottiglie che arrivano dal ritrovamento in cantina di un tonneau di rovere francese da 700 litri acquistato da Gianni Masciarelli. Un omaggio della moglie Marina Cvetic, alla guida della bella azienda abruzzese, a uno dei più validi imprenditori del vino italiano, troppo presto scomparso.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli