02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Sole 24 Ore

Il gruppo Prosit rileva Cantina di Montalcino … Quinta acquisizione per la partecipata di Made in Italy che investe nel vino… Prosit rileva da Cantine Leonardo da Vinci Società Cooperativa Agricola il 100% di Cantina di Montalcino, inclusi il marchio, gli immobili e gli impianti produttivi. Fondata da Sergio Dagnino, Prosit è una delle realtà in portafoglio di Made in Italy Fund, il fondo di private equity promosso e gestito da Quadrivio & Pambianco che investe nelle eccellenze del Made in Italy attive nei settori del fashion, del design, del beauty e del food&wine. Prosit lavora alla creazione di un polo di cantine italiane di fascia premium, promuovendone l’esportazione in tutto il mondo. Attraverso l’acquisizione di Cantina di Montalcino la società realizza il suo quinto investimento: un passo ulteriore nella sua strategia dl sviluppo, volta ad affermarsi come player di riferimento nel segmento wine. In portafoglio ci sono altre tre cantine: la pugliese Torrevento, l’abruzzese Nestore Bosco e la veneta Collalbrigo. A cui si affianca l’entrata nel capitale di Votto Vines, realtà americana che Importa, commercializza e distribuisce diverse tipologie di vino provenienti da tutto il mondo, in particolare dall’Italia. Cantina di Montalcino è attualmente l’unica cantina cooperativa nella zona del Brunello. Fondata nel 1970, conta oggi 50 soci confetenti dediti alla produzione di uve sangiovese destinate alla vinificazione del Rosso di Montalcino Doc, Brunello di Montalcino Docg e Brunello di Montalcino Docg Riserva. Rappresenta, inoltre, una realtà in cui il nome del territorio e del brand coincidono: caratteristica che la rende riconoscibile a livello internazionale. Nel 2000 la cantina è stata totalmente ricostruita con un design dallo stile moderno, ma nel rispetto della tradizione: un progetto architettonico che è entrato a far parte del circuito di Toscana Wine Architecture. Cantina di Montalcino produce ed esporta il suo vino a livello internazionale: nel 2021 la società ha chiuso li bilancio con un fatturato di 3,7 milioni di curo e un Ebitda di circa 1 milione di euro. Prosit e Made in ltaly Fund intendono offrire all’azienda tutto il supporto necessario per la successiva fase di sviluppo e consolidamento sui mercati esteri. La proprietà, oggi in mano a Cantine Leonardo da Vinci S.a.c., cederà il 100% delle quote e rinvestirà a sua volta in Prosit, affiancandola nella strategia di sviluppo perseguita, che si propone di mettere insieme ed esportare nel mondo un portafoglio di etichette italiane tra loro complementari. Per Walter Ricciotti, managing partner di Made in Italy Fund e presidente di Prosit, “l’acquisizione di Cantina di Montalcino rappresenta un ulteriore passo avanti nella costruzione di un polo di cantine italiane da promuovere ed esportare nel mondo. L’offerta di un vino rinomato come il Brunello apporterà ulteriore valore aggiunto al portafoglio, accelerando così lo sviluppo di Prosit che si sta sempre più affermando come uno dei principali player del settore vino in Italia”. Nell’ambito dell’operazione Prosit si è avvalsa dell’assistenza di Deloitte per la financial due diligente e di Gop per gli aspetti legali.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Pubblicato su

Altri articoli