02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Sole 24 Ore

Benvenuti in Provenza … La quintessenza di un terroir e di un savoirfaire artiginale. La coussine, regola aurea del rispetto della terra e dei suoi ritmi. La storia di una grande passione lunga 120 anni e di una famiglia rimasta fedele al sogno dell’antenato-fondatore. Dal Domaine Ott, la luce, i profumi, il cielo e il mare del Mediterraneo racchiusi in vini rivoluzionari, simboli di freschezza, eleganza e libertà… II segreto dell’eleganza è scritto nel tempo. Per Château Romassan è il lungo affinamento. 18 mesi in barrique e 18 mesi in bottiglia. È uno dei Domaine più emblematici del terroir di Bandol. Qui la famiglia Ott è impegnata dal 1956 nella produzine di grandi vini. Nel 2014, sono stati acquisiti 36 ettari nel lieu-dit de l’Hermitage, vocati per l’altitudine, i terrazzamenti, la presenza di piante vecchie, l’esposizione nord-sud. L’importante ristrutturazione dell’intero sito ha permesso di ottenere l’habitat ideale per la produzione di rossi molto ampi, corposi e speziati. Château Romassan Rouge con la 2018 segna un ulteriore passo in avanti: “II cuore pulsante di Bandol, una cuvée concentrata e profonda, il tutto in eleganza e forza controllata”, spiega il direttore generale Jean-François Ott. II lusso è tempo, dedizione ed emozione. Étoile è un vino raro, nasce dall’unione delle migliori uve delle diverse proprietà della Provenza del Domaine Ott: Clos Mireille, Château de Selle e Château Romassan. Una cuvée sartoriale, per assaporare ogni istante, il cui nome richiama la stella, simbolo della Casa. “Avremmo anche potuto scegliere la strada più facile e giocare con l’arte dell’affinamento, ma volevamo affermare la nostra differenza e lo nostra eccellenza in modo diverso, con un approccio da vigneron”, spiega Christian Ott. Stalle 2021 è un grande rosé dal profumo avvolgente e minerale, molto intenso. “Teso, etereo, delicato, enfatizza le nostre preferenze, senza perdere struttura e profondità di campo”, conclude Jean-François Ott.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Pubblicato su

Altri articoli