02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Sole 24 Ore

Distretti & Sapori - Vino, la riscossa delle minoranze ... Il "mare nostrum" di Cabernet, Sauvignon e Chardonnay, apripista dei vini apolidi, nonchè del futuro dominio yankees del mondo del vino, offrono alle minoranze vinicole, nonchè ai distretti che li hanno cullati per secoli, una grande occasione di rilancio. Un'affermazione che può sembrare un paradosso ma di fatto, come cercheremo di mostrare, non lo è ... La nostra tesi è che le minoranze qundo ci sono culture dominanti si rafforzano e non scompaiono propro per la diversità. Il consumatore spesso di ribella all'uniformità, all'omologazione, ricercando l'originalità, l'unicità. E questa la strada che devono scegliere i produttori minori, diversi, autoctoni, storici, domestici perchè non avranno scampo nella competizione, con cui può giocare su grandi investimenti, su più territori o Stati e che punta sulla globalizzazione della produzione e dei consumi. L'imitazione di questo modelli per i piccoli, portavoci di dialetti vinicoli dei territori, porta la suicidio commerciale ed alla morte lenta ... Ciò significa che le minoranze vinicole non devono pensare di restare immobili, insensibili al miglioramento del loro prodotto. Anzi proprio nei distretti tuttora rimasti diversi al globale deve esserci uno sforzo per capire le tendenze in atto, l'evoluzione del gusto, che si evolve certamente, ma senza stravolgere la propria identità, magari costruirne una nuova, foriera di essere quell'innovazione riuscita. E' questa la grande sfida delle minoranze in un mondo sempre più globale, perfino nella guerra.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su

Altri articoli