02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Sole 24 Ore

Il consumatore preferisce il rosso "made in Italy" ... Italiani sempre più esigenti in fatto di vino. Coloro che lo bevono abitualmente, ormai in numero inferiore rispetto a chi non lo consuma, preferiscono rigorosamente un vino made in italy, rosso, deciso, corposo e “griffato”, prodotto da persone fidate e tipico nelle denominazione, purchè non costi troppo. Da un’indagine condotta dall’Osservatorio del Salone del Vino, gli italiani appaiono come attenti esaminatori di etichette migliori, con un’attenzione particolare al prezzo. La stragrande maggioranza degli intervistati (95,2%) afferma di non voler spendere più di 11 euro per una bottiglia. In particolare il 44,6 non va oltre i 3 euro, il 40,1% spende mediamente da 3 a 6 euro, il 10,5% da 6 a 11 euro, mentre coloro che spendono da 11 a 20 euro sono soltanto il 2,9%. Disposto a spendere più di 20 euro è invece un modestissimo 1,9%. L’attenzione al prezzo è confermata dalla scelta del logo dove comprare la bottiglia; circa un terzo degli italiani acquista direttamente dal produttore e bel il 18,7% sceglie il supermercato. Solo il 13,2% frequenta l’enoteca. La stragrande maggioranza (97,8%) vuole vino italiano e il 62,2% preferisce bottiglie prodotte nella propria zona di residenza.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Pubblicato su

Altri articoli