02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Sole 24 Ore

Vino, e a Mosca ruba la scena alla vodka ... Per i russi, cresciuti con “I tre moschettieri” di Dumas, il vino di alta qualità è sinonimo del vino francese. “Ancora 10 anni fa, per un russo comune, la straordinaria cultura italiana del vino era ridotta al Chianti” spiega Anatole Korneev, direttore commerciale di Simple Co., il maggiore importatore russo di vini italiani di alta qualità, che nel 2001 si è aggiudicato il 15% del mercato russo e oltre il 30% di quello di Mosca… L’entusiasmo dei produttori come Korneev, rinforzato dalla fiducia dei produttori italiani, ha cominciato a dare risultati concreti. Nel 2001 il consumo dei vini italiani in Russia è aumentato rispetto all’anno precedente dell’80% (+65% nel 2000) salendo a 1,6 milioni di litri. Purtroppo la crescita è dovuta soprattutto a vini di qualità medio-bassa, mentre secondo i dati dell’Ice, l’export in Russia di vini italiani di alta qualità, di cui la quota di Simple ammonta a 300mila litri, è aumentato l’anno scorso del 20 per cento ... Korneev prevede che nel 2002-2003 il mercato russo del vino italiano sarà pressoché raddoppiato. A differenza dei Paesi europei, dove i giovani consumatori cominciano a preferire la birra, la Russia va controcorrente: i giovani professionisti preferiscono un buon vino alla birra e anche ai superalcolici. Le aziende italiane devono quindi sfruttare al massimo le opportunità offerte dal mercato russo. Un altro particolare di questo mercato è legato al sistema distributivo: l’85% delle forniture del vino medio-alto è assorbito dal commercio on-trade (ristoranti, enoteche e boutique del vino), il 10% va al commercio al minuto, mentre la quota dei clienti corporativi e delle emergenti cantine private ammonta attualmente al 5%. Nel momento in cui i costi del trasporto aumentano in media del 15% il prezzo d’importazione del vino dall’Italia, è però migliorato notevolmente il clima doganale. “Ma siamo nettamente contrari alla commercializzazione spregiudicata del vino italiano. Per noi il vino significa in primo luogo la cultura” ha detto Korneev” ... e si prepara a pubblicare una rivista che dovrebbe soddisfare i gusti dei conoscitori, ma anche di tutti coloro che ammirano l’Italia e la sua cultura del vino.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su