02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Sole 24 Ore

Il VinItaly spiegato agli Usa … Agli americani il vino italiano piace. E dall'Italia si risponde esportando prodotti sempre più di qualità e di valore. Anche per questo gli Stati Uniti sono diventati il principale paese importatore delle etichette made in Italy (circa il 30% dell'export va nel Nord America e il valore dei primi sei mesi) ha superato i 358 milioni di euro. Questo spiega il grande interesse che ha suscitato tra gli addetti ai lavori il workshop organizzato nei giorni scorsi in California dal VinItaly, la fiera del vino di Verona. L'iniziativa, che ha visto la partecipazione di una sessantina tra le più prestigiose imprese italiane del settore, ha permesso di approfondire i rapporti con gli importatori americani, molti dei quali hanno già assicurato la propria presenza alla prossima fiera in calendario a Verona dall'1 al 5 aprile 2004. «Queste iniziative - hanno spiegato Camillo Cametti e Giovanni Mantovani, rispettivamente vice presidente e direttore generale dell'ente scaligero - aiutano i nostri imprenditori a fare conoscere e diffondere meglio nel mondo l'immagine dei propri prodotti e, al tempo stesso, a valorizzare tutta l'offerta del made in Italy».

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su

Altri articoli