02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Sole 24 Ore

“Politica agricola Ue, dialogo su nuove basi” ... Il pressing europeo, ma anche la difficoltà a liberarsi all’interno dai “lacci” della burocrazia e a superare i ritardi strutturali ormai storici. L’agricoltura italiana è in una fase di transizione, alla vigilia della verifica sullo stato di salute della Politica agricola comunitaria (il cosiddetto health check) e dopo il varo di una Finanziaria troppo soli. E sulle strategie da mettere in cantiere, la Cia (Confederazione italiana agricoltori) ha acceso nei giorni scorsi i riflettori in occasione della celebrazione dei suoi primi trent’anni.
Il presidente della Cia, Giuseppe Politi, che riveste anche la carica di vicepresidente del Copa, l’associazione delle associazioni agricole europee, si trova a giocare su due fronti, quello comunitario e quello nazionale.
Presidente, da qualche giorno è stata varata una riforma del vino, da molti giudicata “annacquata” e che ha messo in luce, ancora una volta, da quale parte pendano “i pesi” decisionali.
“La proposta iniziale della Commissione era molto più coraggiosa. Poi ci siamo trovati limitare i danni. Il ministro De Castro si è mosso bene e l’Italia ha portato a casa una fiche più pesante. Ora però bisogna giocarsela bene, investendo su qualità e promozione, le carte che hanno fatto grande nel mondo il vino made in Italy”.
La riforma del vino rappresenta uno spartiacque: si entra in una nuova prospettiva politica.
“Dovremo svolgere un lavoro duro all’interno del Copa per convincere gran parte delle assoceiazioni agricole europee a non opporsi tout-court alle proposte della Commissione”.
Perché?
Dalla modulazione al superamento delle quote produttive le associazioni agricole hanno detto solo dei no. Opporsi a tutto non serve a niente. Non si può far finta di non sapere che le scelte finanziarie non spettano ai ministri agricoli e che la Pac è sempre sotto tiro. Le attività agricole devono essere finanziate, ma dobbiamo essere in grado d motivarle, di aprirci al mercato...

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli