02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Sole 24 Ore

Aziende del vino, il 30% è in “rosa” ... Enologia. Indagini Bocconi e Censis... Vent’anni fa erano solo in quindici e decisero che era l’ora di far sentire la voce delle donne in un settore, il vino, considerato un dominio maschile. Oggi “le donne del vino” sono organizzate in associazione nazionale e delegazioni regionali in rappresentanza di produttrici, manager, dipendenti, esperte di media e comunicazione e un esercito di consumatrici che il presidente del Censis Servizi, Fabio Taiti, ha stimato in 13 milioni di persone.
Un esercito in grado di generare affari per tre miliardi di euro. Vale a dire poco meno della metà del fatturato totale dell’enologia made in Italy, che ha nella figura femminile “un alleato sicuro, competente, determinato”, ha commentato il presidente dell’associazione Pia Donata Berlucchi, nell’intervento alla Settimana del vino in corso all’Enoteca Italiana di Siena.
L’occasione del ventennale ha spinto le “donne del vino a conoscersi meglio, commissionando all’Università Bocconi e, appunto, al Censis, due distinte ricerche sul profilo del vino al femminile. I risultati incrociati hanno così permesso di stabilire che su circa 600mila aziende viticole e 200mila vinicole, almeno il 30% sono imprese gestite da donne. Di queste il 59% appartiene alla famiglia titolare dell’azienda, mentre le donne occupate in cantina sono pari al 35% del totale addetti nazionale.
E mentre il Censis scompone il popolo femminile in cinque “gruppi di cultura” enoica (3 milioni di “consumiste” attente al rapporto prezzo-qualità, 4milioni di “eclettiche” che privilegiano il consumo fuori casa, un milione di “appassionate”, milioni di “emergenti” orientate a fare valere il brand, un milione di “eminenti” aperte al lusso), la ricerca del professore Andrea Rea dell’Osservatorio marketing della Bocconi compara il profilo delle donne del vino con il sistema moda.
Da cui risulta che il 17%, delle consumatrici di vino è rapportato alle acquirenti sobrie ed eleganti di abiti Valentino, il 5% propende per il barocco e superfluo di Dolce & Gabbana, il 16% predilige i vitigni autoctoni (vale a dire, la marca Bulgari), per il 32% si tratta di cosmopolite che vestono Armani, il 10% ama la funzionalità degli abiti Diesel e il 21% punta a vini affidabili, sia pure senza grandi pretese, come gli abiti di Zara.

L’identikit donne del vino...
Totale consumatrici - 13mln unità
Valore vino consumato - 3mld di euro
Aziende al femminile - 30% del totale Italia
Dipendenti donne - 35% del totale Italia

Dove lavorano...
In cantina 70%
Ristorazione 11%
Sommelier 9%
Media-comunicazione 9%

Istruzione...
Diploma scuola superiore 30%
Laurea 50%

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli