02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Sole 24 Ore

L’inciampo della vendemmia 2003 ... Miti infranti, Sotto accusa il “mix” tra Sangiovese e uve non previste dal disciplinare... Tutto è cominciato nella seconda metà di marzo, quando James Sukling,corrispondete dall’Italia (abita nel cuore della Toscana) di Wine Spectator, scrive sul suo blog che un numero molto alto di aziende produttrici di Brunello di Montalcino sono state passate al setaccio della Guardia cli Finanza e messe sotto inchiesta per avere mischiato il Brunello vendemmia 2003 con vini di altre provenienze.
Nel darne notizia, lo stesso Sukling si dice stupefatto dell’accaduto e di come vignaioli che hanno per le mani un prodotto di grande successo mondiale possano farsi del male da soli. Ma tant’è. Lo scandalo sale di livello con la concomitante questione della mozzarella di bufala alla diossina e poi ripresa dal settimanale l’Espresso che il giorno dell’inaugurazione di Vinltaly esce con l’ormai famosa storia di copertina “Velenitaly”. Dove si parla anche di sofisticazioni vere e proprie accadute lungo tutta la dorsale appenninica.
Ma mentre sulle sofisticazioni cala il sipario con un chiarimento generale, per il Brunello (ma a quanto pare la questione si sta allargando ad altri vini della Toscana) cominciava una vera e propria via crucis. Con alcuni Paesi importatori che hanno imposto ai produttori un documento di autocertificazione sui vini esportati. Tra questi gli Usa, che per essere grandi consumatori di Brunello, hanno minacciato di bloccare le importazioni in mancanza di assicurazioni istituzionali. Cosa che il neo ministro delle Politiche agricole Luca Zaia ha provveduto a fare con il suo omologo al recente incontro della Fao. E intanto oggi sarà la volta della delegazione del Ttb americano che arriva all’Enoteca Italiana di Siena per incontrare istituzioni e consorzio del Brunello.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su

Altri articoli