02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Sole 24 Ore

Una newco per i vini Fontanafredda ... Dopo 77 anni il Monte dei Paschi cede la proprietà... I Tenimenti di Fontanafredda, la più grande azienda vitivinicola del Piemonte fondata all’inizio del secolo scorso da Casa Savoia, hanno un nuovo proprietario.
La Banca Monte dei Paschi di Siena, che l’ha rilevata nel 1931 dal conte di Mirafiori, ne ha infatti ceduto il controllo a una newco formata da Fondazione Mps (36%) e dalle società piemontesi “Valori e Mestieri” di Oscar Farinetti e Carlo Alberto di Luca Baffigo Filangieri, rispettivamente con il 32 per cento. I due imprenditori sono anche titolari di Eataly, il grande centro commerciale di enogastronomia del Lingotto di Torino.
L’operazione Fontanafredda, anticipata dal Sole 24 Ore il 22 maggio scorso, è stata formalizzata ieri a Siena. L’intero cespite è stato valutato 90 milioni di euro. Subito dopo la firma si è svolta l’assemblea dei soci che ha approvato il nuovo statuto e nominato gli organi statutari: presidente del Cda è stato eletto Carlo Ceccarelli designato dalla Fondazione Mps, mentre Farinetti e Baffigo sono stati nominati amministratori delegati. I Tenimenti di Fontanafredda fanno in qualche modo parte della storia d’Italia. L’azienda infatti risale a una cessione fondiaria fatta dal Re Vittorio Emanuele II in favore della “bela Rosina” che impalmò con un matrimonio morganatico (succede quando un Re sposa una popolana senza diritto dinastico). Lei la lasciò in eredità al figlio, il conte di Mirafiori. Ma la gestione allegra del conte finì per pesare sull’andamento dell’azienda e nel 1931, per evitare un poco onorevole fallimento a corte, il Monte dei Paschi ne rilevò la proprietà.
Novantaquattro ettari (62 di vigneti) sulle colline di Serralunga d’Alba, nelle Langhe, un centro congressi con ristorante e una cantina che conserva la più grande collezione di Barolo in circolazione, Fontanafredda nel 2007 ha prodotto 6,4 milioni di bottiglie con ricavi pari a 34 milioni di euro e 1,7 milioni di ebitda. Del totale fatturato, il 60% maturato in Italia e il restante 40% stato esportato. Un canale, il mercato estero, che la newco intende sviluppare sempre di più.
Oscar Farinetti in una dichiarazione al Sole 24 Ore ha elogiato l’attuale management, confermando il direttore Giovanni Minetti, e assicurando che entro settembre verrà presentato il nuovo piano industriale. Che comprenderà una serie di interventi mirati a dare impulso alla crescita in Italia e all’estero del marchio Fontanafredda.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli