02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Sole 24 Ore

Arrivano i dazi e negli Usa è incetta dei cibi da gourmet ... La guerra doganale fra Bruxelles e Washington è vecchia di dieci anni, ma l’accaparramento alimentare è partito solo ora. Gli importatori americani di prodotti gastronomici europei stanno riempendo i magazzini: bottiglie di San Pellegrino, scatole di foie gras, partite di formaggio Roquefort. Ordini di Franch blue che il celebre Murray’s Cheese di New York - fondato da un ebreo spagnolo all’epoca di Franklin Roosevelt - non ha mai fatto nei suoi 69 anni di storia. Sembra “La grande abbuffata” filmata da Marco Ferreri. Ma non ha nulla di surreale. Il prossimo 23 aprile negli Usa scatteranno i retaliatory tariff , i dazi di ritorsione decisi nel ’99 da Washington per protestare contro i blocchi europei all’importazione di carne Usa. Per anni si è pensato che questi dazi sarebbero stati rimossi e ancora si sta trattando ma il 23 aprile è ormai imminente e, nel dubbio, gli importatori Usa hanno riempito le cantine. Salvo un accordo in extremis i dazi, che si trasferiranno inevitabilmente sui prezzi al consumo, travolgeranno il mercato: il prezzo al dettaglio del Roquefort balzerà da 30 a 60 dollari al pound (453 grammi). E con l’aria che tira non se ne venderà molto.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli