02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Sole 24 Ore

Un brand per il vino dell’Alto Adige ... Nasce Sudtirol Wine, una nuova etichetta che riunisce il meglio della produzione vinicola dell’Alto Adige e si propone di rafforzare la presenza dei vini altoatesini sul ricco mercato americano. Per il 2014 saranno distribuite 6oomila bottiglie, destinate ad aumentare fino a un milione nel giro di tre-quattro anni. A fare da collante il Consorzio Viticoltori Alto Adige, nato trent’anni per convogliare la produzione di una cinquantina di cantine, anche piccolissime, verso Austria e Germania. Oggi il Consorzio fattura 7,5 milioni di euro e guida il nuovo progetto a cui partecipano i principali marchi altoatesini, da San Michele Appiano a Termeno, Colterenzio, Cortaccia, Merano, produttori dell’80% delle bottiglie di qualità dell’area.
E la prima volta che le cantine convogliano i propri vini su un marchio unico: “L’etichetta Sudtirol veicola l’essenza dell’Alto Adige - spiega Kurt Putzer, direttore del Consorzio - ed esprime un grande spirito di gruppo, non scontato nel mondo del vino. Dopo studi approfonditi con l’Istituto di ricerca dell’Alto Adige abbiamo selezionato nove vitigni, saranno tutti vini Doc con blend di uve della stessa annata”. La prima annata è il 2012, usciranno con l’etichetta Sudtirol sei bianchi (Muller Thurgau, Pinot Bianco, Pinot Grigio, Sauvignon, Gewurztraminer, Chardqnnay) e tre rossi (St. Magdalener, Pinot Nero e Lagrein). il progetto è destinato prevalentemente alla Gdo, il prezzo medio delle bottiglie andrà dai 7 ai 10 euro, con una quota iniziale di export (prevalentemente verso Usa e Svizzera) del 20%, che il Consorzio si propone di far salire almeno al 50 per cento. “Le cantine conferenti sono le maggiori produttrici dell’Alto Adige - continua Putzer - con un’area coltivata di 1.351 ettari sui 4.770 totali e una produzione media di 59 ettolitri rispetto ai 69 complessivi dell’area”. Tra di loro molti segnalati e premiati dalle principali guide sul vino. Sono stati mappati i vitigni per zona e, dopo test e gruppi di degustazione, sono state individuate le nove referenze che, secondo il Consorzio, definiscono una fotografia completa del territorio.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su

Altri articoli