02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Sole 24 Ore

Lo shopping per i saldi parla straniero ... Il bel tempo nell’Italia settentrionale sembra non aiuti molto i saldi. Un veloce giro ieri in centro a Milano ha permesso di verificare parecchio traffico, con automobilisti nervosi per i parcheggi. Una volta nei negozi però, la curiosità ha prevalso sugli acquisti. Moltissimi entravano per informarsi sui prezzi (in verità alti), ma pochi facevano poi scattare gli scontrini. Insomma, tanta gente ma pochi acquisti (si veda anche Il Sole 24 Ore di domenica dicembre). Anche perché è proprio la fenomenologia del saldo che, ai tempi della crisi, si è profondamente modificata con una vera e propria mutazione genetica. Da momento di discontinuità e “fuori tutto” (non solo l’invenduto stagionale, ma anche modelli non proprio nuovi, colori passati di moda, taglie “difficili”) tanto atteso con bramosia dai consumatori alla ricerca dell’affare a tutti i costi, a periodo quasi più rientrante nella normalità della routine e delle politiche commerciali. Anche perché molti negozi milanesi del centro non pubblicizzano più di tanto - come invece avveniva un tempo - i loro saldi. Poi ci sono, grazie al web, le promozioni e le “vendite private” per i clienti più affezionati. Inoltre su alcuni articoli come quelli “classici” che si vendono tutto l’anno e non sono quindi mai “fuori moda”, gli sconti non vengono fatti. Un discorso a parte meritano i discount dove l’affluenza continua a rimanere buona. Per un’indagine Coldiretti, per la prima volta quest’anno due italiani su tre sono più interessati ai saldi alimentari che all’acquisto dei capi di abbigliamento. In particolare, il 30% degli italiani compra dolci (panettoni, pandori e torroni), il 10% cerca cotechini e zamponi in offerta, il 10% spumanti e liquori, il 16% altri prodotti come lenticchie, frutta secca o pacchi regalo misti. Dopo il primo weekend di saldi l’Adoc ha registrato un aumento, pari a circa il 10-15%, degli acquisti effettuati dagli stranieri in Italia.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su

Altri articoli