02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Sole 24 Ore

Il vino tiene quota se è Doc o francese ... Le quotazioni dei vini si salvano solo se a denominazione d’origine. Nei giorni scorsi a Bari i vini generici bianchi sono stati quotati a 0,24 centesimi al biro (-3,7% rispetto alla settimana precedente). Peggio è andata ai vini rossi senza indicazione geografica che sempre a Bari invece si sono fermati a quota 0,33 centesimi al litro (-7%). Molto meglio le indicazioni geografiche: a Firenze un litro di rosso Igt (con una gradazione di 12-13 gradi alcol) è stato quotato 7,08 euro, stabile rispetto a una settimana prima. Più a Nord un litro di Barolo Docg 2009 a Cuneo ha spuntato un valore compreso fra 7 e 7,26 euro, a Verona il listino di un litro di Amarone Docg 2011 si è fermato fra gli 8,5 e i 9 curo mentre a Treviso un litro di Prosecco Docg si è attestato fra i 2 e i 2,1 euro. Tutti valori invariati rispetto a sette giorni prima. In Francia, invece, secondo i dati di France-Agrimer, nel semestre agosto-gennaio i vini bianchi senza denominazione hanno lasciato sul, terreno un 5% del valore rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Molto meglio è andata per i vini di Bordeaux (+20%), per i Borgogna (+32%) e per quelli della Côtes du Rhône (+12%).

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli