02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Sole 24 Ore

Avete vini pregiati? Bolaffi li quota ... All’asta a novembre. Anche un vademecum per i neofiti... Anche una storica casa d’aste come la torinese Bolaffi si scopre appassionata divini. 114 novembre prossimo celebra la prima asta internazionale divini pregiati. E al Salone del gusto mette a disposizione dei visitatori un servizio di consulenza “su misura”. Chi vorrà potrà far quotare le proprie bottiglie d’annata: sarà necessario specificare il nome del vino, il produttore, l’annata, il quantitativo, il luogo e lo stato di conservazione. “Abbiamo lavorato a questo progetto per due anni - racconta Filippo Bolaffi, ad del gruppo - e abbiamo costruito un catalogo interessante per gli esperti ma anche per i neoappassionati, che possono vivere l’esperienza di un acquisto all’asta di vini pregiati”. Trecentomila euro la base d’asta, con lotti che vanno da 100 euro fino a cinquemila e un totale di 4mila bottiglie. Tra queste una rara selezione di bottiglie del Domaine de la Romanée-Conti, che include la bottiglia numero 1 di Romanée-Conti 1965 (base d’asta 3.500 euro) e la bottiglia da 6 litri di Champagne Cristal 2000 (base d’asta 3mila euro). La collaborazione con gli esperti di Slow Food - da cui è nato anche un vademecum per chi vuole cimentarsi con l’acquisto di vini all’asta trova nel prossimo appuntamento al Salone una prima occasione di confronto con il pubblico. “Partiamo dal presupposto - aggiunge Bolaffi - che per l’Italia questo è ancora un mercato di nicchia, stimato in circa un milione e mezzo di valore complessivo, ma è un comparto promettente, soprattutto se aperto ai collezionisti stranieri”. Un dato su tutti: l’Italia è il secondo produttore al mondo di vini dopo la Francia eppure nei cataloghi delle aste internazionali dedicati ai vini pregiati, i francesi occupano il 95% dello spazio. “Un nonsenso - commenta Bolaffi - rispetto alla qualità e alla tradizione dei vini italiani”. I margini di crescita, dunque, ci sono. E se dalle consulenze durante il Salone spunteranno bottiglie di pregio o pezzi interessanti, “li inseriremo, se il proprietario lo vorrà, nel catalogo della prossima asta, in primavera” aggiunge Bolaffi. L’appuntamento con gli esperti al Salone è alla Terrazza Stand SlowFood (padiglione 2), da giovedì a domenica dalle 11 alle 13, dalle 14 alle 17 e dalle 19 alle 22. Mentre lunedì dalle 11 alle 13 e dalle 14 alle 20. È possibile prenotare un appuntamento via e-mail (aste@bolaffi.it) o telefono (allo 011/5576300).

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli