02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Sole 24 Ore

I prezzi “salvati” dalla Doc ... Solo l’etichetta Doc “salva” le quotazioni dei vini italiani. Da una elaborazione del sito WineNews su dati Ismea (gennaio-ottobre 2015) emerge che solo i vini a denominazione d’origine hanno mostrato un trend di crescita dei propri prezzi. Rispetto a gennaio-ottobre 2014 listini delle etichette Doc e Docg sono cresciuti del 9% per i vini bianchi e dell’8% per i rossi: nello stesso periodo i prezzi dei vini senza sono calati in media del 15%. Tra le singole Do il primato in valore assoluto va al Brunello di Montalcino (882 euro a quintale: +14,9% sul 2014). Il Brunello è seguito dall’Amarone (875 euro a quintale; -2,8%). Al terzo posto un’altra grande etichetta: il Barolo con fixing medio di 742 euro a quintale (+54%). I tre grandi”rossi” sono seguiti da un bianco, il Traminer Aromatico, a quota 450 euro (stabile rispetto allo scorso anno). A chiudere la top 5 un altro grande toscano, il Nobile di Montepulciano: 395 euro (+24,5%).

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli