02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Sole 24 Ore

Doc toscani, boom dell’export ... Si chiude Buy Wine a Fortezza da Basso di Firenze e si accendono le luce su Anteprima di Toscana con i vini di 13 Denominazioni.
Buy Wine, la manifestazione B2B, organizzato dall’agenzia regionale Toscana Promozione per favorire l’incontro tra i produttori divino e il trade internazionale, hanno partecipato zoo aziende produttrici e hanno preso parte 240 buyer provenienti da 36 Paesi.
Dal questionario che permette di monitorare, con un’ app, la soddisfazione di espositori e buyer è emerso che l’85,5% si dichiara soddisfatto. Alla domande se, dopo i contatti avuti nel corso della manifestazione, l’azienda ritiene che si svilupperanno rapporti commerciali,il 66,7% ha risposto affermativamente.
Chiuso Buy Wine oggi hanno preso il largo anche le Antepri.me di Toscana (13-20 febbraio) con incontri guidati a Firenze e in alcune località della Toscana (San Gimignano, Montepulciano, Montalcino). “C’è bisogno di fare rete - ribadisce l’assessore all’Agricoltura della Regione Toscana, Marco Remaschi - di ragionare come sistema Toscano, e lavorare insieme sulla valorizzazione dei nostri prodotti. Questa è la chiave che porterà ricadute positive per tutti”. Le ricadute positive si contano già oggi: nei primi 9 mesi del 2015 l’export di vini toscani è balzato del 21,9% (contro una media nazionale del 5,4%) a 647 milioni. La proiezione del trend lascia ipotizzare che per l’intero 2015 l’export arrivi al record di 923 milioni. A non molta distanza dal leader Veneto che supera il miliardo.
Dal 2003 l’export di vini toscani è cresciuto del 102% a valore. A trainare la Toscana sono i vini Dop che rappresentano il 64,6% dell’export regionale a valore.
I mercati di sbocco non sono sempre quelli europei. Nei primi 9 mesi del 2015, secondo l’Osservatorio business strategies Paesi Terzi, a cura di Nomisma Wine Monitor, la Toscana è cresciuta del 29,4%, contro il 9% della media italiana. Grazie al boom negli Usa (+47,3% contro il +15,3% della media nazionale), al salto di qualità in Cina (+2,9% contro +16,9%) e in Canada (+33,7% contro il 13,4%).

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli