02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Sole 24 Ore

Vini Pasqua cresce con l’export ... I vini Pasqua all’offensiva sui mercati esteri in particolare in Germania e Stati Uniti dove la crescita è stata vicina al 50%. Il boom ha coinciso anche con un consolidamento del controllo dell’azienda veronese e una strategia più chiara.
Nella cantina veronese la famiglia che fa capo a Umberto e al figlio Riccardo ha portato il controllo dell’azienda dal 52% al 76% mentre il restante 24% è rimasto in portafoglio a Carlo Pasqua. Il nuovo ad è il 37enne Riccardo con il padre che ha assunto la carica di presidente. “Con una maggioranza così solida
- spiega Umberto Pasqua - abbiamo potuto tracciare una strategia precisa, senza fraintendimenti. E lo abbiamo comunicato anche ai nostri collaboratori”. Nel 2015 le vendite di Pasqua Vigneti e Cantine sono balzate del 20% intorno ai 41 milioni di euro (87% all’export) e un Ebitda raddoppiato a circa 4 milioni. L’export è balzato del 30%. In primis, Germania (+51%) e Usa (44%) mentre il mercato italiano ha segnato un +4%. Il Nord America per l’azienda vale 13 milioni di fatturato e un terzo dell’Ebitda. Nel complesso nel 2015 sono state vendute 15 milioni di bottiglie e nel primo bimestre 2016 la crescita ha segnato +21%. “Accanto alla crescita abbiamo realizzato - sottolinea Umberto - un’attenta riduzione dei costi”. Alla fine il 2015 si concluderà con un risultato positivo contro un rosso di 1,6 milioni del 2014. A quel risultato avevano contribuito una bassa redditività (il 4% di Ebitda), un milione di oneri finanziari e 1,3 milioni di oneri straordinari. Il debito verso banche ammontava a 24 milioni. “Quasi interamente riferibile alla nuova cantina – sostiene il presidente - e al megainvestimento di 22 milioni. La cantina rimarrà alle nuove generazioni”. Pasqua Vigneti e Cantine produce vini tipici veneti, in particolare rossi, dall’Amarone al Vapolicella e anche Prosecco e Soave. La famiglia ha 100 ettari di proprietà e 300 controllati. Inoltre ha siglato un contratto digestione delle uve di un vigneto di 23 ettari a Illasi, in Valpolicella.
Ma qual è stata la mossa della svolta? Riccardo, residente negli Stati Uniti da 5 anni, ha intuito “le potenzialità di Passione e Sentimento, un vino ottenuto con la tecnica dell’appassimento (come l’Amarone, ndr). Un prodotto comunque libero da Docg e non condizionato dal mercato, come il Valpolicella o il Prosecco”. Per il lancio negli Usa Riccardo aveva previsto di venderne 12mila bottiglie, “ma siamo arrivati a 1,2 milioni”. E nel primi bimestre del 2016 le vendite sono raddoppiate. E nel 2016? “Stimiamo vendite per 1,6 milioni di bottiglie di Passione e Sentimento-sostiene Riccardo - E siamo
coperti per gestire anche un raddoppio della produzione. In Italia lo presenteremo l’11 aprile a Vinitaly”.
Per il 2016 “prevediamo un fatturato globale di 43 milioni - risponde Umberto - Non puntiamo sui grandi numeri: interessa consolidare i risultati raggiunti”.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli