02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Sole 24 Ore

L’eno-turismo maarcia a pieni giri ... Accelera il business dell’eno-turismo. Primo grande appuntamento della stagione sarà Cantine aperte in tutta Italia tra domani e domenica, manifestazione che vede mobiitate circa 8oo cantine ed è giunta alla 24 edizione (www.movimentoturismovino.it).
“Le previsioni sono molto favorevoli - commenta Carlo Pietrasanta, presidente del Movimento turismo vino - anche se stiamo lavorando per sciogliere una serie di nodi che finora hanno bloccato il settore”. I numeri dell’eno-turismo sono ormai importanti. Si stima che vi saranno quest’anno tra i 14 e i 15 milioni di turisti del vino in Italia. Il valore complessivo si attesta tra i 3 e i 4 miliardi e cresce a doppia cifra, tra ui5 e il 20% l’anno. Come sottolineato da Eloriano Zambon, presidente delle Città del vino, il numero degli eno-turisti continuerà a crescere.
Rilevanti le iniziative solidali quest’anno: già richiesti oltre 60mila calici in favore dell’Airc, per finanziare la ricerca contro il cancro.
“Stiamo poi lavorando strettamente con Intesa Sanpaolo - aggiunge Pietrasanta - perchè insieme sviluppiamo una piattaforma destinata a rivoluzionare il settore. Si tratta, infatti, di permettere la spedizione del vino acquistato direttamente dalle cantine ai clienti, e una percentuale molto alta è fatta da stranieri che usano sempre meno l’auto, superando tutti i cavilli di carattere doganale e burocratico. Il progetto si interseca poi con la maxipiattaforma internet che Intesa Sanpaolo sta sviluppando per promuovere l’incoming dall’estero attraverso il progetto destinazione Italia”.
Un salto di qualità notevole. “Ci mettiamo al pari con esperienze top francesci - aggiunge Pietrasanta - . Poi bisogna aggiornare tutta la normativa in favore dell’eno-turismo e in Parlamento sono già stati fatti passi notevoli, ora dobbiamo dare la svolta finale”. Si tratta di rimuovere tutto gli ostacoli burocratici per far sì che le cantine possano organizzare contemporaneamente e senza vincoli attività di degustazione, vendita, ristorazione e attività di tipo ricettivo, che spesso richiedono autorizzazioni separate. “È un passo decisivo per poter dialogare con i tour operator e fan decollare il business”, sottolinea Pietrasanta.
L’Italia del vino è pronta. Le cantine sono dunque mobilitate da Nord a Sud. Anche federculture ha sviluppato un proprio progetto in Franciacorta. In Toscana c’è il binomio Vespa-cantine, mobilitati anche gli Amici del sigaro toscano. Ferrari (Lunelli) sviluppa percorsi in vigna nel Trentino. Le Cantine Florio di Marsala (Corvo Salaparuta) puntano sulla cinematografia 4D. Planeta, Feudo Ramaddini, Terre di Noto e Cantina Marilina organizzano il Noto Wine Tour in wine-bus. Trekking sensoriale family friendly in Umbria, da Caprai; Lungarotti a Torgiano e Montefalco propone abbinamenti con l’alta cucina. Con il Casale del Giglio della famiglia Santarelli si riscopre l’antico vitigno Biancolella nell’isola di Ponza. In Piemonte spazio anche ai distillati (con Distillerie Berta). A Valdobbiadene luxury collection di Prosecco con Mionetto.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli