02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Venerdi Di Repubblica

Quel Greco che, nascendo tra Ionio e Tirreno, va controcorrente ... Vicino a Lamezia Terme, l’azienda dei Lento, incurante delle mode, produce bianchi e rossi di moderata gradazione... Dev’essere una meraviglia vendemmiare nella tenuta di Amato. Sui 500 metri, e oltre, di altitudine, da una parte lo Ionio e dall’altra il Tirreno. Nelle giornate più terse si vedono le Eolie. Tra un mare e l’altro, corrono 35 chilometri: è il punto più stretto dello Stivale. Entre deux mers, direbbero i francesi. La tenuta, che al centro ha la grande villa ottocentesca, con i poderi Romeo e Caracciolo, costituisce il vigneto dei Lento: circa 70 ettari, a breve distanza da Lamezia Terme.
Azienda familiare in senso proprio: papà Salvatore, mamma Giovanna, figlie Danila e Manuela, laureate e già inserite, zio Antonio Zaffina, enologo. Con l’esperienza di quattro generazioni alle spalle e l’ambizione di affermare tradizione e modernità dei loro vini. Le etichette illustrano in gran parte le uve tipiche. Alla degustazione, una nota quasi controcorrente: i bianchi non superano i 12 gradi, i rossi i 13, puntando più sulla piacevolezza di beva che sui muscoli. Il vino della settimana, un bianco, è il Greco, un buon compagno a tavola: profumato di frutti estivi a polpa gialla, ha fresca sapidità, equilibrio, gradevole aromaticità varietale. A Roma da Delizie di Calabria, a Cosenza da Calabria Vini, sui 7-8 euro.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli