02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Venerdi' Di Repubblica

Il quintetto dei nero d’Avola lancia un rosso per l’estate ... In provincia di Ragusa, un produttore storico riorganizza i vigneti nel rispetto della tradizione e di un vino simbolo... Gulfi, ovvero la declinazione del Nero d’Avola. Le stesse uve tradotte in sei vini. Diversi tra loro: cambiano terreno, microclima (le aziende stanno a Chiaramonte Gulfi e a Pachino), tempi e recipienti di maturazione e di affinamento. Non cambiano l’allevamento delle piante, ad alberello, e la densità dei ceppi, di media 7 mila per ettaro.
L’azienda appartiene a Vito Catania, la cui famiglia possiede vigne e olivi nel Ragusano dagli anni ‘50. Nostalgia del profumo di vendemmia o forse i nuovi allori della Sicilia in bottiglia lo spingono a specializzare i vigneti, a riorganizzarli con l’aiuto dell’enologo-agronomo Salvo Foti. Ed ecco i vini. Ci sono due ottimi bianchi (Carjcanti e Valcanzjria) e un Cerasuolo di Vittoria. Poi, luce sui Nero d’Avola: Nerojbleo, Nerobufaleffi, Neromaccarj, Nerosanlorè, Nerobaronj formano un quintetto di personalità decise, di solennità mediterranea. La nostra etichetta si riferisce al vino più adatto ai mesi caldi. Rossojbleo è giovane, sincero, vinosamente fruttato, fragrante. Sarà un piacere accostarlo a una buona zuppa di pesce. A Milano da Ronchi, a Roma da Trimani sui 10 euro.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019