02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Venerdi' Di Repubblica

Con questo brut si va avanti per tutto il pasto ... L’ultimo nato di casa Primo Franco, a Valdobbiadene, è fatto con le vigne di Grave di Stecca: da festeggiare... “Io faccio vino per mestiere e per passione” dice sempre Primo Franco. Specializzato in Prosecco, ne elabora più versioni, dal nobile Cartizze al Rustico, al Rive di San Floriano. Ora c’è un nuovo nato. Nato da un sogno che sembrava proibito. A Valdobbiadene c’è una bella tenuta, con la settecentesca Villa Barberina (ora dedicata all’ospitalità), parco e un vigneto antico di felice esposizione. Il tutto circondato da un muro (per i francesi, un clos). Primo riesce ad acquistare le vigne nel ’91. Poi, passin passetto, si compra tutta la tenuta. Dal 2005. Grave di Stecca è sua. Rinnova gli impianti chiamando Guillaume, un bravo vivaista francese, per decidere i migliori portainnesto, sistema d’allevamento, densità di piante. La vendemmia 2007 segna il debutto. Merita un brindisi che può prolungarsi per tutto il pasto. Colore paglierino squillante, perlage minuto, delicato aroma fresco e fruttato, al palato è secco, ampio, gustoso. A Milano da Radrizzani, a Bassano del Grappa (Vicenza) da Bindella, sui 19/20 euro.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli