02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Venerdi’ Di Repubblica

Il Prosecco al femminile è fresco, amabile e profumato ... Due sorelle rilanciano il vigneto di famiglia e producono spumanti elaborati con sistemi innovativi... L’azienda si chiama Sorelle Bronca. Ma Ersiliana e Antonella, che l’hanno fondata a metà anni 80, ci tengono a ricordare il lavoro di papa Livio e di nonno Martino. Alle prime vigne, a Colbertaldo, si sono poi aggiunte quelle a Rua di Feletto. Terra di Prosecco, ma non solo (notevoli gli uvaggi bordolesi Ser Bele e Ardesco). Alle sorelle da ora manforte Elisa,
ultima generazione, laurea in enologia, con la consulenza dell’enologo Federico Giotto. Specialità: il Prosecco, elaborato in più tipologie. Questo Parcella 68 (la posizione catastale del vigneto) è la selezione dell’Extra Dry. E illustra molto bene i risultati delle innovazioni adottate dalle Bronca. Nel vigneto, impianti fitti (seimilaottocento ceppi
a ettaro) e cure rigorose. In cantina, nuovo sistema di spumantizzazione; sono gli zuccheri del mosto (illimpidito e mantenuto sotto zero) a innescare la fermentazione alcolica e la presa di spuma. Di qui la fragranza, la freschezza, l’amabilità sia olfattiva (fiori bianchi, frutti gialli) sia gustativa. A Milano da Ricerca Vini, a Roma da Trimani sui 14 euro.

PARTICELLA 68, Sorelle Bronca

Colbertaldo di Vidor (Treviso)

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli