02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Venerdi' Di Repubblica

Un vino da meditazione? Lo produce il Dalai Lama ... La massima autorità del buddhismo tibetano possiede la più piccola vigna del mondo. È in Svizzera, e i pochi, ma ottimi, grappoli d’uva finiscono in preziose bottiglie. Il ricavato va in beneficenza. E i testimonial sono, ovviamente, famosi... Il Dalai Lama è astemio, ma apprezza la vendemmia e gli assolati paesaggi alpini. Il capo spirituale del buddhismo è infatti proprietario della più piccola vigna al mondo: tre ceppi, solo 1618 metri quadrati, sulle pendici del monte Ardent, nella regione svizzera del Valais. Il nettare prodotto in questo originale appezzamento - intitolato a Farinet, celebre falsario di monete ed eroe popolare di questi luoghi, morto nel 1880 - viene mescolato, ogni settembre, ai migliori vitigni della vallata, che gode di un microclima mediterraneo, capace di regalare bianchi e rossi di ottima qualità: dal fruttato Fendant alla vellutata Malvoisie, al corposo Humagne. Il Dalai Lama ha avuto in dono la vigna dieci anni fa da un altro esponente della spiritualità globalizzata, scomparso due anni fa, l’Abbé Pierre, religioso partigiano, fondatore nel 1949 dei Compagnons d’Emmaüs, un’organizzazione per poveri e i rifugiati. Nel corso degli anni, la vigna alle porte del piccolo borgo di Saillon è stata visitata da celebrità assortite, che, forbici alla mano, hanno posato davanti ai fotografi per il taglio simbolico dell’uva matura, il cui ricavato va poi a sostenere azioni umanitarie. La parte del leone l’hanno fatta cantanti, attori e pittori; Gilbert Bécaud, bevitore appassionato, si faceva vedere spesso da queste parti, come Maurice Béjart. Poi, ci sono stati Clay Regazzoni e Michael Schumacher. Tra le donne va ricordata Gina Lollobrigida. Si racconta che l’attrice, al termine del suo giorno di vendemmia, si sia rifiutata di tornare a valle e, rivolgendosi alla segretaria, abbia gridato: “Annulli tutti i miei appuntamenti, voglio restare qui”. Ultimo ospite eccellente avvistato, il ciclista Bernard Hinault, che alla vigna è arrivato, ovviamente, in bicicletta.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli