02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Venerdi' Di Repubblica

La bottiglia ... La “lectio magistralis” dell’enologo: bisogna crederci... Sui Colli Tortonesi in provincia di Alessandria, la scommessa di un produttore che punta sui vitigni della zona... Se gli capitate a tiro, Walter Massa vi terrà una “lectio magistralis” sulla sua terra, i Colli Tortonesi, e sui suoi vini: il perché e per come delle varietà, dei sistemi di coltivazione, dei metodi di vinificazione. Lo può fare, è enologo e, da quando ha preso in mano l’azienda di famiglia, è riuscito a dimostrare tutte le potenzialità qualitative della zona. Con il Timorasso, ad esempio, uno dei bianchi più avvincenti d’Italia. Era l’unico a crederci. Oggi i produttori sono 25. Ma anche con la Barbera:
chi si aspettava risultati solenni come Bigolla, Monleale e Sentieri? “Bisogna crederci”. Sempre credendoci, Walter ha dato fiducia ad altri vitigni vicini di casa, come la Croatina (Oltrepò pavese) e la Freisa. “Mi piaceva tanto la Bussianella di Aldo Conterno”, dice. Anche a noi. La sua Freisa si chiama Pietra del Gallo. Scuro e intenso rubino, giusto un brivido di effervescenza e i deliziosi profumi vinosi e di viola, rosa, lampone salato. Fresco e pieno, succoso e appagante. A Milano da Ronchi, a Roma da Trimani sui 12 euro.

Pietra del Gallo 2008, Vigneti Massa, Monleale (Alessandria)

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli