02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il VenerdÌ Di Repubblica

La bottiglia ... Un bicchiere con tutti i titoli per stupire ... Brava lei, Elena Fucci. Ma bravo anche suo padre a credere nella diciottenne che gli dice “facciamolo noi. il vino”, che si laurea in agraria ed enologia e, nel 2000. fonda l’azienda. A Barile, sulle pendici del Vulture, le vigne di proprietà sono curate da tutta la famiglia di Elena: nonno Generoso (86 anni), i genitori Salvatore e Carmela. entrambi insegnanti. “Mi veniva il magone all’idea dei nostri alberelli in mano ad altri”, dice Elena. Oggi il frutto di quella decisione è in bottiglia. l’85 per cento è richiesto dal mercato estero. Un’unica etichetta illustra l’interpretazione del terroire l’anima dell’Aglianico: Titolo è il nome della località dove sorgono le vigne, un reale cru a quota 600 metri su suolo vulcanico. Vinificazione tradizionale, maturazione per un anno in barriques nuove, quindi lungo affinamento in vetro. Titolo è un vino “nuovo classico”, intenso nel colore e nei profumi (fiori, frutti, spezie, note affumicate). Profondo e voluminoso il sapore, poggiato sull’eleganza e sull’armonia, caldo. di classe. Chi le trova avrà gioia anche dalle annate precedenti. A Milano da Radrizzani, a Firenze da Le volpi e l’uva sui 24-25 euro.


Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli