02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il VenerdÌ Di Repubblica

La bottiglia ... Un vino minore? No, la prova del valore di un lavoro ben fatto ... Se si dice Serralunga d’Alba si pensa ai grandi Barolo. Se si dice Ettore Germano si pensa a una cantina ben equipaggiata, da intenditori. Perché Sergio Germano, il figlio, fasi grandi Barolo (ben 4 etichette, di cui 3 sono crus prestigiosi) ma anche eccellenti bianchi: Herzu, Riesling renano in purezza, Binei, matrimonio tra Chardonnay e Riesling, più Nascetta e il Brut di Alta Langa da Pinot nero e Chardonnay. “Solo vini da festa?” direte. No, anche le altre specialità della zona: Nebbiolo, Dolcetto e Barbera. E non sono vini minori. Sergio, diplomato all’Enologica di Alba, ha radici salde nel territorio e cura sia la qualità dei vini tradizionali sia quella delle ultime creazioni. Con la collaborazione, fondamentale, della moglie Elena. Questa Barbera Vigna della madre prova il valore di un lavoro ben fatto. Da un vigneto di un ettaro; su terreno calcareo, matura in barrique per un anno, riposa sei mesi in bottiglia. Rubino intenso, profumi di frutti neri, di sottobosco, di spezie, al palato è pieno e avvolgente, di concreta finezza. A Oggiono (Lecco) da Penati, a Mondovì (Cuneo) da Vinimondo sui 17 euro.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli