02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il VenerdÌ Di Repubblica

La bottiglia ... Quel Vermentino che colpisce al cuore è un’arte di famiglia ... Carciofi e vino? Guai, dicono i sommelier. Qui non si tratta di un accostamento, ma di un’azienda agricola che produce, da generazioni, sia il buonissimo carciofo di Sardegna sia uve da vino. Precisamente Vermentino e Cagnulari, più una piccola ma importante quantità di Moscato destinata al Passito. Luigi Chessa e la moglie Antonietta curano la campagna. Giovanna, figlia, studia Giurisprudenza all’università ma, quando manca poco alla laurea, decide di dedicarsi “all’arte di famiglia”. Nel 2005 nasce con lei la prima bottiglia firmata. Fino ad allora le uve erano conferite ad altre cantine o il vino venduto sfuso. Sono vini che colpiscono al cuore, hanno personalità, rispecchiano l’identità territoriale e raccontano l’entusiasmo di Giovanna. Usini è la culla del Cagnulari, rosso autoctono. Giovanna celo presenta in una versione schietta, armonica, grintosa il giusto. Merita citazione lo splendido Moscato Kentales, in tiratura molto limitata. Affascinante il Vermentino Mattariga, bell’esempio di bianco nitido, fragrante, ricco al palato con sfumature mielate, di ottima struttura e persistenza. A Milano da Cantine sola, a Roma da Baccano (Tiburtina) a 14 euro.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli