02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il VenerdÌ Di Repubblica

La Bottiglia … Secco e profumato questo Lambrusco zampilla e stuzzica … Alberto Salvadori, che ha creato La Battagliola, la dedica idealmente a nonno Goffredo, vignaiolo. Alberto ha due attività: una ditta di trasporti internazionali fondata dal padre nel 1919, e, dal 1999, un bel podere a Piumazzo, frazione di Castelfranco Emilia. Eredita il terreno, 26 ettari, dalla madre e Io trasforma in vigna con 70 mila barbatelle di Lambrusco Grasparossa. Non da solo, naturalmente. La squadra è formata dai figli Beatrice e Tommaso, dal cugino Massimo, responsabile del settore agricolo, dall’enologo Emiliano Falsini. Siamo nel regno del Lambrusco, ma da quest’anno viene prodotto anche il Pignoletto. Saliens et titillans che zampilla e stuzzica: così i Romani definivano il Lambrusco, così Alberto ha voluto fosse scritto sull’etichetta. Due le versioni, differenziate dal residuo zuccherino: dosage 15 e dosage 30. Abbiamo scelto la prima, più secca. Nel calice, spuma briosa, color fucsia su intenso porpora, profumi di frutti di bosco non zuccherosi, di ciliege nere con note speziate. Sapore nitido, rotondo, morbido, di buona persistenza. A Varese all’enoteca San Vittore, a Modena da Giusti sui 10 euro.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli