02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il VenerdÌ Di Repubblica

La bottiglia ... Il segreto dei centenari sardi è (anche) nel bicchiere ... Senes in latino significa
-vecchi. Sull’isola gli ultracentenari sono centinaia, monitorati
dall’università di Sassari grazie
all’AkeA, acronimo che sta per
A Kent’annos, brindisi tradizionale.
AI traguardo era arrivato anche
Antonio Argiolas, morto nel 2009 a 102 anni. Diceva «il segreto della lunga vita è nella voglia di vivere e di fare. La mia casa l’ho costruita io, anche i mattoni ho fatto. E ho sempre lavorato, sono partito con due ettari di terra e sono arrivato a 300». Terra che dà buoni, ottimi vini:
basti un nome, Turriga. I figli Franco e Giuseppe, i nipoti Valentina, Francesca e Antonio, al fondatore hanno dedicato il Senes, Cannonau riserva. Stesso nome hanno una splendida mostra fotografica sui centenari, foto di Daniela Zedda, e un libro con testi di Manuela Arca e Marcello Fois. Il Senes sa di Sardegna (mirto e macchia), di sole (frutti rossi maturi), di spezie e fiori (rose, viole). Al palato è caldo, succoso, equilibrato, limpido. Ci sarà anche il Cannonau tra gli ingredienti della lunga vita? Nel dubbio, le esportazioni negli Usa sono aumentate del 60 per cento. A Milano da Cotti, a Roma da Lucantoni sui 22 euro.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli