02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

L'espresso

Società - L’ebbrezza del viaggio. I wine tour sono una tendenza forte del turismo di oggi. Dal Chianti al Bordeaux, gli indirizzi degli “enonauti” ... Maschio, professionista e con un elevato titolo di studio: l’enoturista che ama andar per cantine è un uomo con un’età compresa tra i 30 e i 45 anni che si concede week-end all’insegna del buon bere (e del buon vivere) sfiorando vette di sublime, incontenibile felicità. Questo secondo i dati di www.winenews.it, il sito d’informazione sul vino più cliccato d’Italia che ha appena condotto un sondaggio su 8850 enonauti, gli eno-appassionati che navigano su Internet. Così si scopre che per trascorrere il sabato e la domenica a degustare pregiate etichette spendono tra i 200 e i 250 euro, cifre che comprendono trasporto, soggiorno, visite al museo e puntatine in trattoria. Un giro d’affari di 2,5 miliardi di euro all’anno e una proiezione di crescita del 10 per cento: sono infatti 3,5 milioni i visitatori che esplorano i luoghi di produzione del vino e, già che ci sono, danno un’occhiata al patrimonio artistico che impreziosisce le nostre colline. Tappe cult dell’enoturismo? In ordine di preferenza, Chianti, Langhe e Montalcino, dove sorseggiano Chianti Classico, Barolo e Brunello. E tornano a casa con una scorta di bottiglie doc.

A garantire un’accoglienza di qualità pensa il Movimento Turismo del Vino (Mtv, tel 0432/26339, www.movimentoturismovino.it), l’associazione che promuove le visite nelle aziende vinicole e che il 30 maggio organizza Cantine Aperte: durante il “wine day” mille cantine in tutta Italia spalancano le loro porte agli enoturisti proponendo itinerari golosi, degustazioni e passeggiate tra i filari. Percorsi e consigli pratici, invece, su Giravino (Tirso, 696 pp, 22 euro, distribuita in libreria e nei punti vendita del Touring Club), la prima guida ufficiale del Mtv che raccoglie e cataloga, regione per regione, 978 cantine e 23 consorzi e strade del vino. L’enoturismo è in piena espansione e le strutture dell’ospitalità si stanno lentamente organizzando. A Siena è appena nata Wine & Food Tuscany Agency (tel. 057746091, www.wineandfoodtuscany.com), agenzia specializzata in tour enogastronomici individuali e di gruppo che propone pacchetti su misura in Toscana, mentre sono i modelli americani quelli più all’avanguardia. Dalla Florida, per esempio, la French Wine Explorer (tel. 0018772611500, www.wine-tours-france.com) offre tour personalizzati nelle regioni francesi del Borgogna e del Bordeaux: porta a spasso i suoi clienti in limousine e in elicottero garantendo l’accesso alle proprietà più prestigiose, soggiorni nei Relais & Chateaux e cene solo nei ristoranti che vantano stelle Michelin.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli