02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

L'espresso

L’enogastronomia è uno dei motivi del viaggio per il 68 per cento dei turisti stranieri ... Il turismo enogastronomico pesa 2 miliardi e mezzo di euro all’anno. Coinvolge 3 milioni e mezzo – quattro milioni di persone. E ha ripercussioni notevoli sul territorio: è stimato che ogni 10 euro vengono lasciati sul territorio”, nota Francesco Lambertini, presidente nazionale del Movimento Turismo del Vino (www.movimentoturismodelvino.it). “Le cantine fanno da calamita. Iniziative come “Cantine aperte”, il prossimo 29 maggio, che già dalla seconda edizione è diventato un evento nazionale, riescono da sole ad attrarre quasi un milione di visitatori. Ma l’interesse per il territorio è in crescita tutto l’anno”. Un vero boom, per l’Italia: ulteriore segnale di un modo alternativo di concepire il relax. E di volontà di recuperare in calore, familiarità e gusti genuini. Le strade del vino più percorse sono, secondo la top ten del Rapporto, in Piemonte, in Toscana, in Puglia, in veneto, in Emilia Romagna e Lazio (ex aequo), in Sardegna, in Lombardia, in Sicilia e Campania, in Calabria, in Umbria. “L’elenco è abbastanza plausibile dal punto di vista delle regioni dove l’enoturismo è più sviluppato. In vetta io aggiungerei il Friuli Venezia Giulia. E stanno molto crescendo regioni come la Campania, la Puglia e la Sicilia, soprattutto per merito degli stranieri, che vanno alla ricerca di località dove è migliore il rapporto qualità-prezzo ...

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su