02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Nazione / Il Giorno / Il Resto Del Carlino

L'Italia apre le sue cantine ... Pronti a guardare il vino in faccia, affondarci il naso e vibrare di palato al primo sorso. Cantine aperte (info: 080 5234114) è dietro l'angolo. La grande kermesse del Movimento del turismo del vino va in scena domenica 26 maggio in tutta Italia, con un paio di frizzanti obiettivi: mostrare le singole produzioni ad amanti e curiosi proponendo l'assaggio diretto (e cosa meglio della prova per capire cos'hai in bocca e cosa c'è dietro quel calice?) e divulgare così la cultura dell'etichetta che sta (fortunatamente) prendendo sempre più piede nel Bel paese. Allora si va: in auto, in bici, con mezzi pubblici, a seconda di circostanze-distanze, verso la cantina d'interesse, che serve magari come spunto per la scampagnata, o la minivacanza. Ci credono in molti e per capirlo basta scorrere le cifre dell'ultima edizione: oltre 800 cantine aperte in tutta Italia per circa un milione di visitatori, protagonisti i giovani. Il dato nuovo, che incoraggia i produttori a moltiplicare gli sforzi, è proprio questo: sono loro, i ragazzi dai 20 ai 30 anni, la fetta consistente e promettente del fenomeno del bere bene. Gente che si avvicina magari per caso alla botte, ma che poi rimane affezionata al dolce frastuono della guida (una per azienda) che rivela l'insospettabile: colore rubino, profumi di viola, tannini importanti, grande persistenza, rotondità, morbidezza. Termini senza senso se letti o ascoltati in una fredda aula, ma non così in cantina, col calice in mano nel quale gli aggettivi sono effettivamente scritti. C'è poi l'aspetto economico, che non guasta anche quando si parla di piacere della gola: oggi il turismo del vino muove, ogni anno, circa 3,5 milioni di visitatori, con proiezioni incoraggianti (più 8 per cento nella presenze e più 10 nel fatturato). Il vino infine è la terza attrattiva per turisti stranieri diretto in Italia: e sono buoni clienti.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli