02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Nazione / Il Giorno / Il Resto Del Carlino

Troppi due bicchieri per chi guida. Istituto di Sanità bacchetta Zaia ... Chi beve due bicchieri di vino non può essere considerato ubriaco. Lo ribadisce il ministro delle Politiche agricole, Luca Zaia, in un’intervista al settimanale Quattroruote, sottolineando come la causa principale degli incidenti del sabato sera sia la stanchezza e non l’alcol. Niente limite zero al volante, dunque, se non per i neo patentati. “Il limite attuale di 0,5 grammi di alcol per litro di sangue è ragionevole e stradigerito dall’opinione pubblica - afferma il ministro -. Entro quei livelli si è sobri e perfettamente in grado di guidare. Corrisponde a due bicchieri di vino che abbia non più di 11 gradi, uno spumante o un rosso non strutturato”. “Le dichiarazioni del ministro Zaia non hanno nulla a che vedere con le evidenze scientifiche replica il direttore dell’Osservatorio nazionale alcol dell’Istituto superiore di sanità, Emanuele Scafato -. L’alcol è la prima causa di morte tra i giovani sotto i 24 anni. Non esistono livelli sicuri di alcol per mettersi alla guida. L’unica sicurezza è non bere, neanche due bicchieri di vino”. Con Zaia, invece, pubblici esercizi ed enologi.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli