02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Nazione / Il Giorno / Il Resto Del Carlino

Squisito! Trionfa a San Patrignano ... Il festival delle eccellenze gastronomiche... La grande kermesse dal 29 aprile al 2 maggio... Si accendono i fornelli e si preparano le griglie a San Patrignano per quel rinomato “Gran Prix” del gusto e della gastronomia che è “Squisito” (dal 29 aprile al 2 maggio a Coriano, nel Riminese). Giunto alla sua ottava edizione, l’evento, realizzato come sempre dai 1500 ragazzi della Comunità, quest’anno ha come tema e filo conduttore “Semplicemente qualità”. Due parole che racchiudono l’essenza del mangiar bene e sano. In un mondo sempre più globalizzato e frenetico nel macinare tendenze, comportamenti e persino sapori, pilastri fondamentali del buon vivere come il cibo e l’alimentazione rischiano di diventare merce all’ingrosso. Capita spesso di chinarsi alle mode del momento, di “mangiare” il nome suggestivo di una specialità culinaria prima ancora di valutarne la composizione. Al contrario, come spiega il presidente di San Patrignano, Andrea Muccioli: “Squisito vuole essere un’indicazione su quanto dobbiamo sempre richiedere ai nostri cibi: da ciò che compriamo per la spesa, a ciò che mangiamo nelle nostre case o in un ristorante o troviamo nelle ricette di un grande chef. Sostenibilità, qualità, colture naturali, filiera corta, devono essere alla base della nostra alimentazione. A Sanpa creiamo i nostri prodotti alimentari seguendo proprio questi precetti”. Dunque provare, anzi, assaggiare, per credere. La manifestazione sulle colline di Rimini proporrà 25 aree d’interesse: un vero festival delle eccellenze enogastronomiche che ha come protagonisti 104 produttori presenti al Villaggio degli artigiani, 27 presidii Slow Food provenienti da 15 regioni diverse, e 56 differenti corsi attraverso i quali i visitatori potranno scoprire novità e particolarità della cucina italiana. Sono ben 34 gli chef in azione nelle diverse aree di “Squisito!”, ad iniziare dalla “Giostra dei Cuochi”, passando per l’“Officina della pizza”, arrivando a “Vite”, il ristorante della comunità. Proprio
qui si esibiranno due guru mondiali della ristorazione: la sera del 30 aprile sarà la volta del “visiting chef” Inaki Aizpitarte, classificatosi al 9° posto fra i 50 migliori ristoranti al mondo con il suo “Le Chateaubriand” di Parigi, quella del primo maggio, dell’abruzzese Niko Romito, uno degli chef emergenti del momento, attualmente titolare della cucina del “Reale” di Rivisondoli (Aq). Poi “ficcheranno” il palato a Sanpa quattro tra i maggiori critici enogastronomici italiani: Davide Paolini, Paolo Massobrio, Luigi Cremona e Paolo Marchi. Saranno loro i protagonisti della nuova area “Il punto di...”, in cui si terranno lezioni su temi come il panettone a ferragosto, la cucina degli avanzi e la grigliata. All’interno dello Squisito Lounge invece troverà spazio il caffè letterario a cura della “food&cooking” e di Anna Morelli, curatrice anche della Giostra dei cuochi, dove saranno
proposti interessanti temi di riflessione su prodotti alimentari e cucina. Da segnalare quelli a cura del Gambero Rosso, anch’esso partner di “Squisito!” su cibo, media e informazione, con Francesca Barberini, Luisanna Messeri, Mattia Poggi, Andrea Golino e Allan Bay. Ma “Squisito!” è, anche un appuntamento di grande valore sociale. Tanto da meritare la collaborazione di istituzioni nazionali ed internazionali. Le Nazioni Unite, rappresentate dall’Ufficio contro il crimine e la droga (UNODC), hanno deciso di sostenere l’evento, partecipando anche all’area “GoodGoods”, dove sono riunite 16 organizzazioni, provenienti da 9 differenti nazioni, tutte legate da un obiettivo comune: la formazione di varie figure professionali nella filiera del cibo, come strumento di riscatto da emarginazione, povertà e tossicodipendenza. Dall’Italia è arrivato, invece, il patrocinio del ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali, delle regioni Emilia Romagna, Lombardia e Piemonte e della Provincia di Rimini. Ad accogliere le migliaia di visitatori che ogni anno affollano “Squisito!” saranno come sempre i ragazzi di San Patrignano, “Per loro - sottolinea Andrea Muccioli - è un’occasione importante per riproporsi a quella realtà esterna che li aveva rifiutati e dimostrare come droga e emarginazione siano ormai alle spalle, diventando essi stessi gli attori protagonisti di una delle più belle manifestazioni sul cibo del nostro Paese”.


La manifestazione ha 25 aree d’interesse. Partecipano 104 produttori al Villaggio degli artigiani e 27 presidii Slow Food provenienti da 15 regioni.

Saranno 34 gli chef in azione nelle varie aree, dalla “Giostra dei Cuochi” all’“Officina della pizza”, al ristorante “Vite”.

Quattro big: Paolo Massobrio, Davide Paolini, Luigi Cremona e Paolo Marchi terranno lezioni nell’area “Il punto di...”.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli