02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Nazione / Il Giorno / Il Resto Del Carlino

La Curia sfratta l’enoteca Marcucci fra dei vip, Galliani scrive al sindaco ... Forziere con 100mila bottiglie... Quando si mobilita anche il Milan, per bocca dell’amministratore delegato Adriano Galliani, significa che il problema sotto sotto è importante. E sotto (al locale in questione) effettivamente, c’è una cantina di 100mila bottiglie di vino, pluripremiata a livello internazionale e meta di personaggi e vip del mondo dello sport, dell’arte, della cultura, ma anche della moda e del cinema. Tutti con un magone nello stomaco, perché la loro amatissima enoteca Marcucci, nel centro storico di Pietrasanta, è stata sfrattata dall’Arcidiocesi di Pisa e il 30 giugno rischia seriamente di chiudere battenti e bottiglie. Il titolare, Michele Marcucci, è convinto che l’economia della città subirebbe un duro colpo. Basti pensare all’indotto, oltre che alla fama, di un locale che ha ospitato mezzo mondo, da Luciano Benetton a Paul Smith, da Andrea Bocelli a Renato Zero, passando per Roberto Saviano, Mario Lavezzi, Adriano Panatta, la famiglia Barilla, Vittorio Sgarbi e, come detto, Adriano Galliani. Nella lettera inviata nei giorni scorsi al sindaco di Pietrasanta Domenico Lombardi, con carta intestata del Milan, l’ad rossonero ha ricordato tutto il suo amore per una città che frequenta dagli anni ‘60 e per un locale di vitale importanza per l’intero comprensorio. Lo ha invitato a intercedere con la Curia, cosa che il sindaco della “Piccola Atene” ha fatto come doveroso impegno istituzionale. Ma a decidere sarà la Diocesi della città della Torre.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli