02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Nazione / Il Giorno / Il Resto Del Carlino

Turisti sì, ma per gusto Tanti e disposti a spendere ... Ma sulle cifre del business pesano troppe approssimazioni ... Oltre la moda, oltre il balletto delle cifre una cosa è certa: i turisti del gusto crescono e sono tra i vacanzieri più ottimisti e più disposti a spendere. Il Censis servizi ogni anno stila un rapporto sul turismo enogastronomico e il professor Fabio Taiti ripete che quello del food&wine, insieme con il patrimonio d’arte, è il vero motore del nostro turismo. La stima del Censis è che valga da 3 a 5 miliardi di euro per 5 milioni di turisti disposti a spendere circa 193 euro al giorno per la vacanza gourmand. La professoressa Magda Antonioli Corigliano, della Sda-Bocconi è più cauta nelle stime.

Le cifre dell’Isnart lo confermano: il 56% degli italiani in vacanza cerca cibo buono e vino. Logico dunque che la Bit sia anche una vetrina dell’eccellenza agroalimentare. Di un Paese che conta oltre 330 tra Dop e Igp, che ha circa 500 vini a denominazione, che ha più di 4 mila specialità regionali e articola la sua offerta territoriale attraverso 148 strade del vino e dei sapori; Tra i motori dell’offerta engastronomica ci sono gli oltre 18.400 agriturismo ma proprio Vittoria Brancaccio - la presidente di Agriturist che fa capo a Confagricoltura - contesta le stime: “Mi sembrano in eccesso: parlerei di un business che è attorno al miliardo e mezzo di euro”. In testa nelle preferenze c’è la Toscana (44% del mercato) capace di declinare arte, paesaggio ed enogastronomia in sistemi territoriali omogenei (è il caso del Chianti o della Maremma) seguita a distanza dal Piemonte. Ma sono le regioni centrali, Umbria e Marche, a scalare le classifiche del gradimento enogastronomico. Ma importanti passi avanti sta facendo l’Emilia-Romagna che forte del suo patrimonio di eccellenze gastronomiche ha costruito il Wine-Food-Festival voluto dall’Apt. Ma anche regioni tradizionalmente legate ad altre forme di turismo stanno affidando all’enogastronomia buona parte del loro appeal. È il caso ad esempio del Trentino che fa delle sue strade del vino e dei sapori e di manifestazioni come Trentodoc, Mondomerlot, Bollicine su Trento i must della sua ospitalità.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli