02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Nazione / Il Giorno / Il Resto Del Carlino

Animalisti contro le ricette proibite Nel piatto volpi, cigni e persino gatti ... Contestato il libro di Tebaldo Lorini. Lui: “È solo storia della cucina” ... A Beppe Bigazzi il “gatto in umido” costò il contratto con RaiUno e La prova del cuoco. A Tebaldo Lorini, 68enne di Borgo San Lorenzo, cultore del folklore e delle tradizioni del Mugello, scrittore, socio dell’Accademia della Cucina, e al suo editore, Polistampa, sono già arrivati gli strali degli animalisti. Che hanno affisso manifesti al veleno in tre sedi (a Milano, a Bologna e Padova) della distribuzione per protestare contro un libro atteso in uscita dopodomani, i marzo. Un volumetto di 75 pagine (costa 10 euro) dal titolo fm troppo provocatorio: Ricette proibite. Rane, asini, rondinotti, gatti e tartarughe nella tradizione alimentare, illustrato da alcune tavole di Marta Manetti. Contiene, senza tanti infingimenti, 51 ricette “disgustose”. Già: tifa via la lepre in salmì, le lumache in umido, l’anguilla marinata, o magari un bel risotto ai gamberi di fiume... Tira via le folaghe in salmì, che piacevano da impazzire al “sor Giacomo” Puccini, cacciatore incallito. O le rane fritte, oppure lo stufato di ciuco: nella piazza del mercato di Sant’Ambrogio, a Firenze, c’è un localino minuscolo che ci farcisce panini davvero deliziosi. Ma il gatto in umido, quello no. O lo spezzatino di istrice, o magari di tasso, i rondinotti al tegame, la volpe e il porcospino al sugo. Che sarà: tra chi ti fa tenerezza, chi consideri quasi un fratellino, chi proprio non riesci a immaginare su un letto di patate... Eppure il brodo di tartaruga, la storia lo insegna, era considerata una leccornia da favola Come la coscia di gru, ricordate il Boccaccio e Calandrino? Usanze dimenticate, gusti cambiati. Per fortuna, diranno tanti di voi.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli