02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Nazione / Il Giorno / Il Resto Del Carlino

Alcol più caro per assumere prof. Ma poi arriva la retromarcia ... Il decreto semplificazioni dovrebbe approdare oggi della Camera: il :condizionale è d’obbligo perché il testo approvato dalle commissioni affari istituzionali e attività produttive comporta problemi di copertura. L’immissione in organico di 10 mila precari della scuola, condita con lo stop ai tagli del personale previsti dalla riforma Gelmini, è stato approvato dalla commissione industria ma successivamente bloccata dalla commissione Bilancio, vista la contrarietà del governo alla norma. Stamane il nuovo esame, ancora in commissione. Per coprire i maggiori costi occorrono 350 milioni, l’emendamento presentato dal Pd prevede di recuperarli da un aumento delle tasse sui giochi a montepremi o vincite in denaro e dall’inasprimento delle accise su birra e “prodotti alcolici intermedi”. Già in commissione Attività produttiva era iniziato il braccio di ferro tra il relatore del Pdl Saglia, contrario, e quello quello del Pd, Giovannelli, favorevole. Il sottosegretario al Tesoro, Polillo, ha espresso subito più di una perplessità, mentre i tecnici della bilancio hanno bocciato l’emendamento parlando di “oneri notevolmente sottostimati”: le assunzioni “appaiono contrarie alle norme di contabilità vigenti”.
A parte il giallo della scuola, le altre modifiche riguardano la sanità, che sarà più digitale: cartella clinica elettronica, utilizzo della tele- medicina e dei sistemi di prenotazione elettronica. Dal 2014 si potrà dialogare con la pubblica amministrazione solo via internet: le comunicazioni potranno avvenire “esclusivamente attraverso i canali telematici e la posta elettronica certificata”. In arrivo poi la marca da bollo telematica per consentire a cittadini e imprese di effettuare on line tutti i pagamenti che la prevedono, mentre sarà possibile pagare le multe e i tributi, sempre on line, attraverso la pubblicazione sui siti istituzionali dell’Iban.
Grazie al governo non ci saranno semplificazioni per quanto riguarda i controlli su salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. L’emendamento dell’esecutivo ha provocato tensioni tra i partiti che lo sostengono. Il Pd ha votato compatto a favore e ha stigmatizzato la decisione di gran parte dei deputati del Pdl e del Terzo Polo di votare contro. La Lega si è astenuta. Nel decreto non ci saranno invece due norme attese: quella che nega le commissioni solo alle banche poco trasparenti (perchè è stato giudicato “inammissibile”) e l’estensione del tetto agli stipendi dei manager (300 mila euro) alle Autorità dipendenti e a tutti gli enti pubblici. Il contrassegno invalidi rilasciato dal proprio Comune di residenza sarà riconosciuto in tutta Italia.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli