02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Nazione / Il Giorno / Il Resto Del Carlino

Arte e tradizione: il Collio celebra i “Vini della pace” ... Per i friulani il Collio di Cormòns è soprattutto vino, ma non solo vino. E’ anche il punto di incontro di storie e culture che il Maestro di Cantina Luigi Soini, direttore della Cantina produttori di Cormòns, ha saputo riscoprire infondendo ai 200 soci che lavorano 500 ettari di vigneti la cultura imprenditoriale, senza tradire le radici artigiane, e “inventando” il Vino della pace. “La vigna del mondo - racconta Soini -, un paio di ettari intorno alla Cantina coltivati con 450 vitigni di ogni continente (oggi sono più di 800), dal 1985 ci dà un vino unico, lo definirei un arcobaleno di profumi e sensazioni, ricco di aromi orientali. Il vero vino da meditazione impreziosito, una volta in bottiglia, con etichette disegnate negli anni da artisti come Baj, Manzù, Rotella, Sassu, Botero e arricchite dai versi di grandi personaggi come Yoko Ono, Enzo Biagio Tonino Guerra. A dicembre il Vino della pace diventa il nostro omaggio ai Grandi della terra, e troviamo Cormòns in tutto il mondo”.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli